Il decreto fiscale è legge

Il decreto in materia di semplificazione fiscale ha ottenuto il via libera dal Senato ed è legge dello Stato. Molte le novità. Si va dalla possibilità di pagare in tre rate l’Imu (solo per le prime case) all’esenzione da imposta di registro e di bollo per l’atto di fideiussione per la cedolare secca. Il decreto contiene, tra le altre, anche previsioni per contrastare ulteriormente l’evasione fiscale e le nuove norme sull’asta delle frequenze tv (beauty contest). Altra norma importante quella che differisce al 1° luglio 2012 il termine entro il quale gli stipendi e le pensioni di importo superiore a mille euro corrisposti dalla pubblica amministrazione devono essere erogati con strumenti diversi dal denaro contante. Presso gli sportelli della Pa aperti al pubblico sarà data massima pubblicità anche sulle disposizioni in materia di conto corrente e di conto di pagamento di base (articolo 12, commi 3 e 4, del decreto legge 201/2011). Spostato dal 31 maggio al 30 giugno il termine entro cui i beneficiari degli stipendi e delle pensioni corrisposti dalla Pubblica amministrazione devono indicare un conto di pagamento su cui ricevere i pagamenti di importo superiore a mille euro.

Comments are closed.