Imu, ritardata la ‘stangata’: a giugno primo acconto con aliquote base

Dopo che la Consulta Nazionale dei Caf aveva lanciato l’allarme sulla mancanza di indicazioni sufficienti per il pagamento dell’Imu, ieri il Governo ha depositato, alle Commissioni Bilancio e Finanze del Senato, un emendamento con il quale si prevede che l’acconto di giugno dell’Imposta (scadenza il 18 giugno) si pagherà con “le aliquote di base e la detrazione” già fissata per la prima abitazione. “Per l’anno 2012 il pagamento della prima rata dell’imposta municipale propria – chiarisce l’emendamento – è effettuato, senza applicazione di sanzioni ed interessi, in misura pari al 50% dell’importo ottenuto applicando le aliquote di base e la detrazione previste”. La seconda rata “é versata a saldo dell’imposta complessivamente dovuta per l’intero anno con conguaglio sulla prima rata”.

Comments are closed.