Imu, scadenza vicina. Poste si prepara all’afflusso

La scadenza per il pagamento della prima rata dell’Imu è imminente: il 18 giungo, infatti, per 17,5 milioni di italiani scade il termine per pagare l’acconto dell’imposta unica sugli immobili. L’incasso stimato, per il debutto del tributo che andrà a Stato e comuni, ammonta a circa 10 miliardi di euro, mentre il gettito complessivo dovrà raggiungere i 21,4 miliardi.A seconda degli incassi raggiunti a giugno si correggerà l’ultimo versamento, per fare in modo che l’incasso effettivo sia pari a quello stimato. Il 17 dicembre, invece, scadrà il termine per il saldo con conguaglio sulle rate precedenti. I proprietari di prima casa, che vorranno pagare in tre rate, potranno utilizzare anche la data del 16 settembre (che slitta a lunedì 17), versando tre rate pari al 33% del totale, con conguaglio a dicembre.

In previsione dell’imminente scadenza Poste Italiane SpA sta predisponendo un servizio che garantisca al cittadino una risposta puntuale alle nuove esigenze. A partire dal 10 giugno sarà possibile cimentarsi con la compilazione dell’F24 collegandosi al sito www.poste.it: una pagina informativa, assisterà gli utenti e alla fine della compilazione si potranno stampare le 3 copie compilate del modello F24 che saranno caratterizzate da un codice di riconoscimento; dovrà quindi presentarsi presso l’Ufficio Postale per il pagamento.

Alla presentazione dell’F24 precompilato l’operatore di sportello si limiterà ad acquisire in procedura il codice di riconoscimento e i dati inseriti in precedenza saranno immediatamente disponibili per accettare il pagamento.

Comments are closed.