Iva sulla Tia, Confconsumatori chiede intervento di Monti

“Chiediamo al Premier Mario Monti, anche in qualità di Ministro dell’Economia di emanare una norma che, da un lato, disponga la non applicabilità dell’Iva sulla Tia e, dall’altro, dia immediata attuazione alla sentenza della Cassazione obbligando i gestori a riaccreditare l’importo pagato indebitamente dai cittadini a partire dalla data in cui è stato richiesto e pagato”. E’ il commento di Mara Colla, Presidente nazionale di Confconsumatori alla sentenza con la quale la Corte di Cassazione ha dichiarato non dovuta l’Iva applicata alla Tia sui rifiuti.Confconsumatori non si limita, tuttavia, a chiedere al Presidente Monti l’indispensabile e doveroso intervento politico, ma terrà alta l’attenzione sul tema anche promuovendo giudizi presso il Giudice di Pace. L’Associazione ha, infatti, già ottenuto diverse pronunce vittoriose sul tema, sia da parte dei Giudici di Pace sia dalla Commissione Tributaria, e ha fornito gratuitamente a migliaia di persone il fac-simile della lettera con cui gli utenti hanno messo in mora i gestori, chiedendo sia di non applicare l’Iva per il futuro, sia il rimborso di quella versata.

 

Un commento a “Iva sulla Tia, Confconsumatori chiede intervento di Monti”

  1. Costante Pinelli ha detto:

    E perché , già che ci siamo, non viene chiesta anche un’analisi su aumenti da strozzinaggio (diverse decine- centinaia) % da parte di vari enti su tariffe minime di servizi di tutti i tipi (acqua, luce…). Sono legali?