Iva sulla TIA, CTCU e CRTCU promuovono azione di classe vs Trenta Spa

Si ritorna a parlare di Iva sulla TIA perché il CTCU e il CRTCU hanno notificato nei giorni scorsi l’atto di citazione per incardinare l’azione collettiva a favore di tutti gli utenti clienti di Trenta Spa presso il Tribunale di Venezia, chiedendo al Collegio di condannare la convenuta alla restituzione in favore di tutti i consumatori, proponenti o aderenti alla presente azione, delle somme riscosse a titolo di IVA sulla Tariffa di Igiene Ambientale e sulla TARES. Si tratta della prima azione di classe dopo che la giurisprudenza, di merito, legittimità ed anche costituzionale, si è pronunciata ormai molteplici volte sostenendo che l’Imposta sul Valore Aggiunto non è dovuta sulle tariffe, come la TIA.Sono 75.000 circa gli utenti di Trenta Spa che usufruiscono del servizio di raccolta rifiuti nei Comuni di Trento e Rovereto che hanno negli anni, indebitamente pagato l’IVA del 10% sulla TIA o sulla TARES per un ammontare medio di circa 60,00 € pro capite. Le Associazioni invitano i consumatori ad iscriversi alla nostra newsletter per aggiornamenti sui tempi e sulle modalità dell’azione.

Comments are closed.