L’Imu traina le entrate tributarie: +4% nei primi 10 mesi del 2012

Grazie all’Imu nei primi dieci mesi del 2012 le entrate tributarie hanno registrato un incremento del 4% attestandosi a 322.814 milioni di euro. Sono i dati che ha diffuso ieri il Ministero dell’Economia secondo di quali le  imposte dirette sono aumentate del 5% mentre quelle indirette del 2,8%. In particolare, il gettito IRE evidenzia un lieve incremento dello 0,3% (+442 milioni di euro). In crescita anche  il gettito IRES che si attesta a 20.578 milioni di euro (+1,1%, pari a +231 milioni di euro).
Tra le altre imposte dirette si registra un significativo incremento dell’imposta sostitutiva su ritenute, interessi e altri redditi di capitale (+2.866 milioni di euro, pari a +53,9%) influenzata da diversi fattori di carattere tecnico-normativo e, in particolare, dalla riforma del regime di tassazione delle rendite finanziarie.

Tra le imposte indirette, invece, è in flessione il gettito IVA (-2,0% pari a -1.781 milioni di euro) che riflette l’andamento negativo della componente IVA del prelievo sulle importazioni (-3,1%) e la flessione della componente relativa agli scambi interni (-1,8%) che risente della stagnazione della domanda interna compensata solo parzialmente dagli effetti legati all’incremento di un punto percentuale dell’aliquota IVA introdotta dal D.lgs 138/2011. In aumento il gettito delle imposte sulle transazioni che nel complesso aumenta del 29,3%.

Tra le entrate relative ai giochi, che si riducono complessivamente dell’6,7% (-765 milioni di euro), si evidenzia l’andamento positivo delle lotterie istantanee (+4,5% pari a +53 milioni di euro) e delle entrate derivanti dagli apparecchi e congegni di gioco (+1,3% pari a +40 milioni di euro), mentre risultano in calo le entrate relative ai proventi del lotto (-10,0% pari a -570 milioni di euro).

Comments are closed.