Redditometro, AACC: “Abbassare pressione fiscale su chi ha sempre pagato”

“Apprendiamo con soddisfazione dei nuovi parametri del redditometro, che si baserà su elementi certi e sulla disponibilità di beni di cui il fisco conosce le caratteristiche” commentano Federconsumatori e Adusbef in merito alle linee guida pubblicate ieri dall’Agenzia delle Entrate – I beni stessi verranno poi rapportati al reddito familiare. In questi mesi ci siamo battuti per ottenere dei parametri più equi, pertanto accogliamo con cauto ottimismo tali cambiamenti”.

Da sempre Federconsumatori e Adusbef sostengono la necessità di una lotta determinata ed efficace all’evasione fiscale attraverso tutti gli strumenti disponibili: dai blitz a sorpresa agli accordi internazionali sui conti e patrimoni all’estero fino ad arrivare, appunto, allo stesso redditometro.

“Qualsiasi intervento mirato a scovare gli evasori è positivo, poiché può consentire di abbassare le tasse, elevatissime, a chi già le paga tutte. Naturalmente vigileremo che il redditometro non venga utilizzato a favore dei soliti noti” – dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, Presidenti di Federconsumatori e Adusbef.

Comments are closed.