SOS Equitalia, Codici: 3000 segnalazioni in 7 mesi

 Da gennaio a luglio sono state circa 3000 le segnalazioni giunte allo sportello “SOS debiti: difenditi da Equitalia” attivato da Codici in molte regioni d’Italia al fine di tutelare le vittime di Equitalia. A farla da padrona, sono le segnalazioni relative a condizioni di sovra indebitamento delle famiglie (60%) e single (40%).

“Delle segnalazioni di sovraindebitamento  arrivate a livello nazionale circa il 50 per cento  riguardano cartelle Equitalia – spiega Codici – Spesso i cittadini si rivolgono a noi quando è ormai troppo tardi, in quanto scaduti i termini per poter intervenire. Tra i casi più comuni: multe non pagate, fermi amministrativi e  ipoteche”. Tanti i casi emblematici seguiti dall’Associazione: c’è chi ha ricevuto dall’Agenzia delle Entrate una cartella di 15mila euro pagabile a rate ad eccezione delle prime 1.500. Oppure chi ha ricevuto un avviso di pagamento di più di 20.000 € da pagare entro 20 giorni, pena il fermo amministrativo dell’auto.

Non mancano, inoltre, casi fuori da ogni logica, come: le “cartelle lumaca” così lente da arrivare con 34 anni di ritardo; una errata identificazione del debitore; errori di calcolo; irregolarità nella notifica della cartella. A chi avesse avuto problemi con Equitalia, Codici consiglia di inviare le segnalazioni a ricorsiequitalia@codici.org.

Comments are closed.