Stop all’aumento dell’Iva, apertura del Governo

Il primo ottobre è la scadenza prevista per l’aumento dell’Iva, ma oggi il Ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato apre alla possibilità che il ritocco all’insù non scatti. “Penso che sia molto probabile che non aumenterà, perché stiamo lavorando proprio su questo”, ha detto il Ministro. L’annuncio sulle misure allo studio del Governo per impedire l’aumento dell’Iva è accolto con soddisfazione da Adiconsum.

Spiega il presidente nazionale Pietro Giordano: “Un aumento dell’Iva porterebbe ad un’ulteriore contrazione dei consumi e quindi ad una minore spesa e gettito in un momento in cui al contrario è necessario che il nostro Paese si agganci al treno europeo della ripresa che a partire dalla produzione di beni e servizi riporti occupazione, disponibilità di reddito e rilancio dei consumi delle famiglie. Considerando che l’Iva è la tassa più evasa si può ipotizzare con la quasi assoluta certezza che l’aumento dell’Iva al 22% non solo sarà inutile, ma anche dannoso per il Paese. Sarebbe più opportuno ripristinare un’aliquota maggiorata, rispetto a quella ordinaria, sui beni di lusso al 25%, rispettando il principio costituzionale che afferma che ‘chi più ha più paghi’”.

Comments are closed.