Gioco d’azzardo, Comune di Genova vince contro slot

Il Comune di Genova vince la sua battaglia contro il gioco d’azzardo: il Tar della Liguria ha dato ragione all’amministrazione che aveva imposto tramite regolamento limitazioni significative alla diffusione di videolottery e slot. Per Adoc è una sentenza rivoluzionaria, che tutela i cittadini e la loro salute.

“Il Tar Liguria ha emesso una sentenza che riteniamo sarà fondamentale nel contrasto al gioco d’azzardo – dichiara Lamberto Santini, Presidente dell’Adoc – siamo al fianco del Comune di Genova nella lotta al gioco d’azzardo, crediamo sia assolutamente intollerabile la sua diffusione, visto e considerato che è strettamente legato alla malavita organizzata, con diffusione di fenomeni gravissimi come usura, distruzione della famiglie e insorgere di ludopatie”.

“Come Adoc ci schieriamo senza indugi al fianco di tutti quei locali che rinunciano e bandiscono le slot machine – aggiunge Santini – La ludopatia colpisce oltre 1 milione di italiani, con ripercussioni gravissime a livello psicologico, familiare e economico. Un esercizio su quattro è irregolare, con violazioni che vedono coinvolti anche minorenni.  È una situazione intollerabile, che rischia seriamente di degenerare. La lotta al gioco illegale, che ogni anno fattura circa 20 miliardi di euro, deve continuare e lo Stato deve reinvestire i proventi derivanti dal gioco per migliorare, economicamente e socialmente, il Paese, oltre che per aiutare tutte le vittime del gioco e le loro famiglie e nella lotta alla malavita.”

Comments are closed.