Il Codacons si mobilita contro il gioco d’azzardo e annuncia class action

Il Codacons si mobilita contro il gioco d’azzardo. Questa volta lo fa decidendo di lanciare quella che viene presentata come “la prima class action contro il gioco d’azzardo”, che sarà intentata – spiega l’associazione – “contro lo Stato” e contro i concessionari del settore giochi.

Sul piatto della bilancia il Codacons mette la dipendenza da gioco d’azzardo. Spiega l’associazione: “Uno dei tanti paradossi italiani è costituito dal Decreto Balduzzi, con cui si era stabilita una progressiva ricollocazione delle sale da gioco in modo da tenerle alla dovuta distanza dai luoghi sensibili (scuole, chiese, centri socio ricreativi ecc.) con l’obiettivo di scongiurare continui ulteriori stimoli al gioco. Tale norma, tuttavia, è rimasta inattuata, senza contare l’impossibilità di intervento sul gioco online, offerto 24 ore su 24 senza limiti spaziali e temporali”.

A causa dei danni provocati in Italia dall’azzardo il Codacons “ha deciso di promuovere la prima class nel nostro paese in favore dei giocatori che abbiano sviluppato forme di dipendenza e delle loro famiglie, finalizzata a far ottenere loro il risarcimento dei danni morali e materiali subiti – annuncia l’associazione – Azione che sarà intentata contro lo Stato per il colpevole immobilismo sul tema dimostrato finora, e contro i concessionari del settore giochi”.

Comments are closed.