Numero unico emergenze: Italia ed Europa in ritardo sul 112

Il numero unico per le emergenze 112 ha compiuto dieci anni ma non è ancora perfettamente diffuso né in Italia né in Europa. L’Europa ha stabilito di unificare le chiamate di emergenza col 112 ma in Italia solo otto regioni hanno il sistema unico di emergenza, mentre in Europa il 112 funziona in via esclusiva solo in nove paesi. In molti altri esistono ancora sistemi misti. Secondo il sito 112 Italia hanno il numero unico Lombardia, Lazio, Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia e Sicilia Orientale, con sperimentazioni in corso in alcune città delle altre regioni, mentre nei prossimi mesi verrà attivato in Emilia Romagna, Marche, Umbria e Toscana.

Con l’istituzione nel 1991 del Numero Unico Europeo 112 per le Emergenze (91/396/CEE) le chiamate al 112 sono state instradate direttamente alle centrali operative dei Carabinieri che poi si devono far carico di smistare le eventuali chiamate per gli altri servizi, alle altre Centrali Operative del soccorso. La diffusione non uniforme del numero unico non rappresenta un problema solo italiano. In Europa, si legge ancora sul sito 112 Italia, la diffusione del numero unico ha raggiunto diversi stati di avanzamento “a seconda della volontà dei singoli governi nazionali e dell’organizzazione dei servizi di emergenza”. I paesi nei quali il 112 rappresenta il solo numero per tutte le emergenze sono infatti Lussemburgo, Danimarca, Finlandia, Islanda, Olanda, Portogallo, Svezia, Lituania ed Estonia, mentre in altri paesi la situazione è piuttosto diversificata.

Comments are closed.