Pubblica Amministrazione online, ContactLab: soddisfatto il 63% degli utenti internet

I servizi online della Pubblica Amministrazione possono ancora migliorare: il 75% degli utenti internet ha infatti usato almeno un servizio online ma solo il 63% si dichiara soddisfatto del servizio utilizzato. I maggiori fruitori di servizi online sono i giovani. Quali sono i servizi più gettonati? Al primo posto ci sono quelli relativi alle tasse (34% degli intervistati), come il calcolo del bollo auto o la verifica dei pagamenti effettuati; seguono il turismo (31%) e le opportunità telematiche offerte dalle università e dagli enti del lavoro (25%) come iscrizioni agli esami e centri per l’impiego.

I dati vengono dall’approfondimento Gli utenti web e la Pubblica Amministrazione online, realizzato da ContactLab – azienda specializzata in digital direct marketing – sottoponendo ai 25.000 partecipanti all’indagine sui comportamenti di acquisto online un breve questionario sul loro rapporto digitale con la Pubblica Amministrazione.

Nel dettaglio si osserva che tre utenti Internet su quattro hanno utilizzato almeno una volta un servizio di pubblica amministrazione online, siano essi indifferentemente acquirenti o non acquirenti online. Il dato è senza dubbio interessante perché dice che a prescindere dall’utilizzo del web come strumento di e-commerce, la popolazione Internet italiana è cosciente della possibilità di usufruire online di tali servizi di pubblica utilità e quando è possibile se ne serve con vari gradi di soddisfazione. Inoltre, non emergono differenze tra le diverse aree geografiche del Paese né per quanto riguarda il numero medio di utilizzatori né sul livello di soddisfazione. Ma esistono margini di miglioramento: solo il 63% degli intervistati si dichiara soddisfatto dopo aver usato almeno un servizio online della pubblica amministrazione.

I principali fruitori sono i giovani: gli under 35 anni rappresentano infatti quasi la metà di chi usa i servizi online della PA. C’è di più: tra loro due utenti su tre si ritengono soddisfatti, giudizio probabilmente legato a scuola, università o biblioteca. La fascia under 24, in particolare, è quella dove viene rilevata la massima concentrazione di utilizzatori e nello stesso tempo la percentuale maggiore di utenti soddisfatti.

L’abitudine all’utilizzo dei servizi online della pubblica amministrazione si intensifica inoltre fra chi utilizza i dispositivi mobile (smartphone e tablet) per informarsi o acquistare online. Tra di loro infatti ne hanno usufruito almeno una volta otto persone su dieci, che in tre casi su cinque si sono dichiarate soddisfatte. Secondo la ricerca, è dunque possibile che gli utenti più evoluti riescano a sfruttare meglio e più spesso i servizi online forniti dall’amministrazione pubblica, indipendentemente dal dispositivo utilizzato.

Comments are closed.