Ambulatorio Antiusura Roma: fondi agli sgoccioli

I fondi antiusura sono agli sgoccioli. E ci sarà poco da fare, se non rifiutare le richieste di aiuto che arrivano dai cittadini. L’allarme è lanciato dall’Ambulatorio Antiusura onlus di Roma, che chiede al Ministero dell’Economia di rifinanziare il Fondo di prevenzione dell’usura “in tempi brevi e senza esitazioni”.

“In un momento di estrema sofferenza per tutte le fasce sociali, si stanno erogando gli ultimi prestiti finanziabili con il sostegno del Fondo di prevenzione dell’usura. Gli operatori dell’Ambulatorio Antiusura si vedranno costretti, nei prossimi giorni, a interrompere questo servizio nei confronti dei cittadini in difficoltà”: questo quanto denuncia l’Ambulatorio, che sottolinea come in un momento storico come questo ci dovrebbe essere da parte delle Istituzioni una grandissima attenzione nei confronti di strumenti di sostegno alle famiglie e di prevenzione di quei fenomeni di disagio sociale che, in determinati contesti drammatici, possono portare nella rete dell’usura.

“Proprio in un contesto così delicato, occorrerebbe potenziare il Fondo di prevenzione dell’usura del Ministero dell’Economia – spiega l’associazione – Nella propria attività quotidiana di sostegno alle vittime d’usura e alle famiglie sovraindebitate, l’Ambulatorio Antiusura si trova, invece, nella condizione di dover rifiutare le domande di accesso ai fondi di prevenzione, poiché le risorse a disposizione dell’Ambulatorio non vengono da tempo alimentate. In questa situazione risulta arduo continuare a operare in favore dei cittadini, nonostante crescano, di giorno in giorno, le richieste di aiuto. Con vivo rammarico, gli operatori dell’Ambulatorio si trovano costretti a dover interrompere un servizio, proprio nel picco della necessità d’intervento e di sostegno”.

Comments are closed.