Al via RceAsy, progetto Cittadinanzattiva, Adiconsum, Adoc e CTCU

Una app informativa per il consumatore sulla polizza e le novità del settore, nonché sulla prevenzione dei sinistri; una guida tematica in italiano e tedesco; 8 incontri di formazione nelle autoscuole di diverse città italiane rivolti ai giovani tra i 16 e i 24 anni; 8 incontri con la cittadinanza al fine di garantire una informazione capillare anche nei centri abitati periferici; assistenza diretta al pubblico attraverso gli sportelli di consulenza e tutela gestiti dalle associazioni.

Sono queste le principali attività di RCeAsy, il progetto di informazione ed educazione dei cittadini sulla nuova RCA, che Cittadinanzattiva, Adiconsum, Adoc e CTCU promuoveranno entro settembre, grazie al sostegno del CNCU-Ministero dello Sviluppo Economico.

Obiettivo del progetto è quello di informare i cittadini per favorire una scelta consapevole e conveniente della polizza e sensibilizzare i neopatentati fornendo consigli per una guida sicura, così da agire sul fronte della prevenzione delle sinistrosità. Le Associazioni saranno anche impegnate a monitorare le tariffe RcAuto che nel nostro Paese, secondo quanto sostiene l’Antitrust, sono il doppio rispetto a quelle applicate in Francia e Portogallo.

Un 18enne italiano, C.U.14, paga in media (secondo stime IVASS) 2880 euro per la polizza annuale RC auto, un 40enne invece, in C.U.1, 581 euro. Ma lo scarto a seconda della provincia di residenza è particolarmente elevato: per i diciottenni si va dal minimo di 1697 euro della provincia di Aosta al massimo di 3349 euro a Napoli; per i quarantenni dai 278 di Aosta ai 1070 di Napoli.

Comments are closed.