Osservatorio: tutte le differenze alla guida tra Nord e Sud

Paese che vai, polizza che trovi. Confrontare le polizze auto sfruttando i servizi offerti dal web, in Italia assume una rilevanza ulteriore alla luce delle forti disuguaglianze che si concretizzano da regione a regione. Individuare l’assicurazione più conveniente è cosa assai complicata in un mercato talmente inflazionato e ricco di parametri da disorientare anche gli automobilisti esperti e il fattore geografico è un altro fattore in grado di incidere sul prezzo finale.

Che in Italia, tra nord e sud, esistano profonde differenze in fatto di costo dell’assicurazione auto è cosa nota. Ora però arriva uno studio a dimostrare come anche il concetto di codice stradale sia qualcosa di molto variabile sul territorio nazionale. Un’indagine realizzata dal sistema Ulisse, l’osservatorio attivato nel 2000 dal Ministero dei Trasporti e dall’Istituto Superiore di Sanità, ha rivelato come gli automobilisti abbiano un diverso atteggiamento alla guida in base al luogo di residenza. Al nord gli italiani hanno dimostrato una guida molto più diligente rispetto ai colleghi del sud, che sono più indisciplinati.

L’uso della cintura di sicurezza o del casco, sono tra i parametri che hanno permesso di registrare una situazione poco uniforme sul territorio italiano. In Lombardia l’81,2% degli automobilisti e dei passeggeri indossa la cintura, ma lo stesso non vale per le Regioni del Sud, in particolare per Calabria (38,8%), Basilicata (37,9%) e Molise (36,2%). In Campania la cintura di sicurezza viene indossata solo dal 51,5% degli automobilisti (10 anni fa solo un automobilista su dieci aveva quest’abitudine), mentre nel Lazio la mettono due persone su tre (68,1%). L’introduzione nel 2003 della patente a punti ha in parte migliorato la situazione, ma solo nei primi tempi: all’inizio infatti quasi il 70% degli automobilisti italiani rispettavano l’obbligo di l’utilizzo della cintura per paura di perdere punti, ma questo dato è andato diminuendo nel corso del tempo.

Spostandoci invece sull’utilizzo del casco, oggetto di numerose campagne pubblicitarie, che ricordano come questo possa ridurre sino al 39% il tasso di mortalità, al nord, 9 italiani su 10 non hanno alcun problema ad indossarlo; al sud invece solo il 73% degli amanti delle due ruote ha l’abitudine di indossarlo.

Gli automobilisti del mezzogiorno, oltre a essere meno diligenti, si trovano a pagare polizze ben più salate dei colleghi residenti al nord.  Come dimostrato da uno studio condotto da SuperMoney, portale per il confronto del preventivo assicurazione on line, prendendo in considerazione un automobilista virtuoso di 43 anni, in prima classe di merito senza incidenti, alla guida di una Ford Mondeo terza serie del 2011, questo è soggetto al pagamento di prezzi Rc auto notevolmente diversi tra nord e sud. L’automobilista paga in media 433 euro circa di polizza assicurativa a Milano, 600 euro a Roma ma fino a 1.177 euro a Napoli (la media è stata calcolata prendendo in considerazione le prime 7 più convenienti compagnie assicurative in un confronto di 20).

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

 

Comments are closed.