Prestiti personali con assicurazione: CRTCU: mai mentire sulle condizioni di salute

Se si forniscono informazioni inesatte sulle condizioni di salute, l’assicurazione con quale si è stipulata una copertura assicurativa a garanzia di un prestito personale non paga lasciando agli eredi il debito da pagare. A sostenerlo è il Centro Tutela Consumatori e Utenti che spesso ha dovuto assistere consumatori che si sono venuti a trovare in questa situazione dopo la morte di un parente. In un recente caso, infatti, il consumatore deceduto a causa di un infarto aveva omesso alla compagnia assicuratrice di soffrire di ipertensione da diversi anni, patologia che aveva causato il decesso.

La compagnia, alla quale gli eredi hanno consegnato la documentazione medica, si è rifiutata di coprire il debito lasciando al vedova e il figlio a farvi fronte di tasca propria. Il CRTCU consiglia  di leggere bene tutto il contratto, anche quanto stampato a caratteri piccoli (o minuscoli); mai dichiarare cose non corrispondenti ai fatti; parlare sempre con i propri cari di prestiti assunti, in modo che per loro non ci siano poi brutti risvegli.

Comments are closed.