Rc auto, Ivass aggiorna lista di compagnie e siti non sicuri

Scegliere la polizza rc auto più conveniente può far risparmiare anche 200 euro. Bisogna però fare attenzione a non incappare in compagnie non autorizzate: in questo caso non si è coperti in caso di incidente e si rischia il sequestro dell’automobile. L’Ivass, istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha di recente comunicato la lista aggiornata delle polizze contraffatte e delle compagnie assicurative non abilitate per l’rc auto (qui l’elenco aggiornato).

“Chi stipula una polizza Rc auto con compagnie non autorizzate non assolve l’obbligo assicurativo previsto. Non solo non è coperto in caso di incidente, ma rischia pure il sequestro del veicolo e una sanzione fino a 3.366 euro – ricorda Altroconsumo – Un rischio che corre chiunque stipuli una polizza Rc auto con compagnie non autorizzate. Per questo raccomandiamo a tutti di verificare preventivamente che i contratti Rc auto siano emessi da imprese autorizzate”.

Bisogna poi fare attenzione ai siti intermediari: i siti che esercitano l’attività di intermediazione tramite internet devono sempre indicare i dati identificativi dell’intermediario (l’indirizzo della sede, il recapito telefonico, il numero di fax e l’indirizzo di posta elettronica), il numero e la data di iscrizione al registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi. Sul sito deve essere anche presente l’indicazione che l’intermediario è soggetto al controllo dell’Ivass. L’Istituto ha di recente segnalato i seguenti siti internet non sicuri:

  • www.playitalia.eu
  • www.assicurazione5gglowcost.it
  • www.mediabrokerline.com
  • www.emissione5giorni.com
  • www.polizza5giorni.it
  • www.privatimport.it
  • www.autotranzit.it
  • www.tranzitior.it
  • www.playitalia.it
  • www.rca5giorni.com

Comments are closed.