RcAuto, Antitrust: bene il governo con il provvedimento “Destinanzione Italia”

L’Antitrust apprezza la Risoluzione n. 7/00060 e la bozza di DL concernente disposizioni urgenti per lo sviluppo economico e per l’avvio del piano “Destinazione Italia”, in materia di assicurazione obbligatoria per la responsabilità civile, ritenendo che le questioni affrontate siano di notevole importanza per innovare il settore, innescare una maggiore efficienza, pervenire a significativi contenimenti nei costi e quindi riduzioni nei prezzi finali. L’Autorità auspica altresì che anche gli ulteriori suggerimenti forniti possano trovare recepimento, affinché possa completarsi un quadro normativo che stimoli lo sviluppo di una effettiva dinamica concorrenziale tra le compagnie. E’ quanto ha detto oggi il presidente Giovanni Pitruzzella nel corso dell’audizione presso la VI Commissione Finanze della Camera dei Deputatisul meccanismo per il risarcimento dei danni biologici nell’ambito dell’assicurazione RC auto, nonché le misure sui prezzi delle polizze.

Nell’audizione, Pitruzzella ha ricordato i risultati di una recente indagine sul costo dell’assicurazione obbligatoria auto condotta dall’Autorità dalla quale è emerso, tra l’altro, che l’andamento dei prezzi per l’assicurazione dei mezzi di trasporto su base annua per alcuni dei principali Paesi europei e per l’area Euro mostra come il prezzo sia aumentato in tutti i Paesi considerati ad eccezione dell’Olanda, ma l’Italia è il paese che mostra l’aumento più significativo sull’arco temporale considerato.

Nel nostro Paese, in particolare, i pensionati con vetture di piccola cilindrata, i giovani con ciclomotori e i quarantenni con i motocicli sono le categorie di assicurati per le quali i premi sono aumentati in gran parte delle province incluse nel campione osservato. A determinare questa situazione – a parere dell’Antitrust – concorrono una serie di fattori quali, ad esempio, gli ostacoli alla mobilità degli assicurati e l’insuccesso nel controllo dei costi.

Comments are closed.