Assemblea Banca Etica: Biggeri confermato presidente

L’Assemblea generale dei soci di Banca popolare Etica ha rinnovato gli organi della banca e con un ricambio importante il nuovo Consiglio di Amministrazione ha confermato alla Presidenza Ugo Biggeri, eletto dai soci con un plebiscito e che guiderà per altri 3 anni il primo istituto italiano interamente dedito alla finanza etica. “Usciamo rafforzati da questa importante giornata di partecipazione e democrazia economica – ha dichiarato Biggeri – la nostra banca è solida e si propone come risposta concreta al bisogno di credito di imprese e organizzazioni sociali”.

Aumentare accessibilità ed efficienza dei servizi con investimenti sulla multicanalità, internazionalizzazione con l’apertura di uno sportello in Spagna, maggiore presenza sui territori grazie al decentramento e al rafforzamento della rete dei Banchieri Ambulanti, rafforzamento dei rapporti di collaborazione con le reti della Società Civile Italiana – Arci, Acli, Libera, Fiba Cisl, e le decine di organizzazioni che sono socie e clienti della nostra banca”. Sono queste le cinque sfide delineate dal presidente per i prossimi 5 anni.

Nel corso dell’Assemblea, il Direttore Generale Mario Crosta, ha illustrato la situazione economica e patrimoniale di Banca Etica, una situazione che descrive una Banca solida e pronta a crescere ancora nel futuro: è pari a 777,2 Mln (+8,3% sul 2011 contro una media di sistema di +3,4%) la raccolta di risparmio mentre il capitale sociale consta di 42,8 Mln (+21,9% sul 2011 contro una media di sistema pari a -1,9%).

Il dato sulle sofferenze lorde – seppure in crescita – si mantiene ampiamente al di sotto della media di sistema: 1,4% in Banca Etica contro il 7,20% della media di sistema.

L’Assemblea dei Soci ha approvato la proposta di sovrapprezzo per le azioni di nuova emissione fissato ora a € 5,00. Una scelta di equilibrio tra l’esigenza di mantenere alto il livello “ideale” della partecipazione azionaria e l’obiettivo di tutelare il capitale sottoscritto dall’erosione dell’inflazione.

Comments are closed.