Bankitalia, il 31 maggio la “passeggiata” di Federconsumatori e Adusbef per chiedere trasparenza

Il 31 maggio, in occasione delle considerazioni finali del Governatore di Bankitalia, Federconsumatori e Adusbef saranno sotto la sede di Via Nazionale 91, a Roma, per una “passeggiata” di protesta nei confronti della scarsa opera di vigilanza e trasparenza dell’istituto.

L’attacco delle Associazioni dei consumatori è rivolto in primis al fatto che le banche italiane hanno ricevuto dalla Bce un prestito triennale di 270,8 miliardi di euro al tasso dell’1%, e non l’hanno destinato a famiglie ed imprese che continuano ad essere strozzate con alti tassi di interesse e con la revoca di un affidamento con il preavviso di 24 ore. E la Banca d’Italia non dice nulla. 

“Mentre le famiglie ed i cittadini indebitati sono chiamati a fare gli ennesimi sacrifici, le “virtuose” banche italiane hanno potuto fare affidamento su una ingente massa di liquidità, e continuano a praticare tassi sui mutui più elevati dell’1,20% rispetto alla media Ue, con spread (guadagni bancari) di 3-4 punti percentuali e con l’aggravante di ulteriori balzelli sulla gestione dei  conti correnti (che costano nel nostro paese 295,66 Euro contro i 114 dell’Europa a 27 paesi).

Come se non bastasse, infine, le banche hanno potuto riacquistare i propri bond dopo che Bankitalia ha eliminato il vincolo di emettere titoli analoghi, generando plusvalenze (530 milioni per Unicredit; 500 milioni per il Banco Popolare; 260 milioni di Euro per Intesa San Paolo). Adusbef e Federconsumatori si appellano dunque a Bankitalia, perché eserciti una maggiore vigilanza sulle cifre enormi di liquidità che la Bce ha erogato al fine di far ripartire l’economia, e non per far conseguire ingenti guadagni alle banche. Richiesto anche un monitoraggio attento sulla politica dei tassi e delle commissioni, in deciso aumento, per evitare che i grandi sacrifici delle famiglie e delle piccole e medie imprese, volano dell’economia, possano rappresentare l’ennesimo, grande affare per i banchieri. Adusbef e Federconsumatori invitano tutti a partecipare pacificamente ed ordinatamente, a partire dalle 9,30 del 31 maggio (in occasione delle considerazioni finali del Governatore) alla “passeggiata” di protesta per una maggiore trasparenza ed una più attenta vigilanza.

 

Comments are closed.