Consob, Federconsumatori chiede di ripristinare legalità su incarichi dei membri

Ristabilire la legalità all’interno della Consob che ha il delicatissimo compito di tutelare i risparmiatori italiani (in questo momento dovrebbe farlo più che mai). Lo chiede Federconsumatori che qualche giorno fa aveva preteso che l’Autorità facesse chiarezza sulla conclamata incompatibilità del Direttore Generale della Consob, Gaetano Caputi, che è anche componente della Commissione di Garanzia per l’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali.

“Finalmente – fa sapere Federconsumatori in una nota – ieri è giunta la piena confessione del Presidente della Consob Giuseppe Vegas che, nel corso dell’audizione alla Commissione VI della Camera, ha affermato che il dott. Caputi ha informato i Commissari della Consob degli altri incarichi ricoperti. Un caso, questo, per cui la legge istitutiva della Consob prevede un’incompatibilità assoluta. Secondo la legge  216/1974, inoltre, al personale in servizio presso la Commissione è fatto divieto di ricoprire altro incarico”.

Una doppia incompatibilità e violazione della legge, quindi, cui il  Presidente della Consob era a conoscenza. Per svolgere il suo delicatissimo compito, la Consob dovrebbe essere un organo trasparente, corretto e competente. Tutte caratteristiche che, alla luce dei provvedimenti e degli incarichi assegnati, sembrano mancare totalmente. Per questo Federconsumatori chiede che si ripristini con urgenza una situazione conforme alla legge istitutiva della Consob, ristabilendo la legalità in un organo che svolge un ruolo chiave per il Paese.

Comments are closed.