Indagine Antitrust sui c/c, i commenti

“Mentre sull’economia nazionale pesa ancora il ciclo recessivo e sulle banche un quadro di redditività ai minimi storici, le banche offrono servizi sempre più efficienti a costi sempre più limitati”. Questo il commento dell’Associazione bancaria Italiana ai risultati dell’indagine presentata oggi dall’Antitrust sul costo dei conti correnti. L’Associazione sottolinea altresì che una recente “indagine della Banca d’Italia ha riscontrato una riduzione dei costi nel periodo 2010-2012 pari al 6%”. L’Abi, inoltre, sottolinea il proprio “apprezzamento per la prossima emanazione di una Direttiva europea in materia di trasparenza, comparabilità e portabilità dei conti correnti, che definirà un terreno europeo di pari condizioni di concorrenza, armonizzando adempimenti cui, ad oggi, solo le banche italiane sono soggette” e auspica la necessità  che le proposte dell’Autorità siano considerate  alla luce della emananda Direttiva e, più in generale, che ogni ulteriore iniziativa di trasparenza/mobilità/comunicazione sia valutata in coerenza con i potenziali benefici attesi e considerando contestualmente le complessità realizzative, anche sotto il profilo tecnologico e organizzativo.

Il Codacons, invece, coglie l’occasione per invitare il Governo Letta a concentrasi sul settore bancario: gli italiani hanno i conti correnti ed i mutui più cari d’Europa. La battaglia per la competitività delle nostre imprese non si vince solo riducendo il costo del lavoro ma anche riducendo lo spread maggiore che le aziende italiane sono costrette a pagare rispetto agli altri Paesi Ue quanto ottengono, ad esempio, un finanziamento. “Ecco perché il Governo dovrebbe intervenire per eliminare le gabelle più anacronistiche, a cominciare dall’abolizione delle commissioni di istruttoria veloce. Inoltre se si vuole combattere l’evasione incentivando le transazioni elettroniche, andrebbero azzerati per legge tutti i costi connessi, da quelli sull’uso delle carte di credito all’internet banking” commenta il Codacons.

 

Comments are closed.