Osservatorio: carta di credito, ce l’ha solo una donna su 4

La carta di credito sta lentamente diventando il metodo di pagamento più diffuso nel Belpaese, complici la comodità di utilizzare la moneta virtuale e la possibilità di confrontare le carte di credito più vantaggiose e più ricche di servizi per l’utente direttamente online. Non tutti però utilizzano la carta allo stesso modo; c’è chi la usa per viaggiare, chi per fare shopping online, chi per pagare per conto dell’azienda. Inoltre, esistono differenze riguardo alla proprietà stessa della carta che si stabiliscono in base al sesso.

Nella giornata dedicata alle donne, dunque, si torna a parlare di “disparità tra i sessi”, sebbene in maniera piuttosto leggera. Una recente indagine svolta da Manageritalia rivela, infatti, che ancora oggi solo una donna su quattro possiede una carta di credito, un dato che potrebbe sembrare banale, ma in realtà è sintomo di una disparità economica ancora consistente tra uomo e donna per ciò che riguarda il livello di reddito disponibile.

Nonostante nella maggior parte dei casi le donne riescano a classificarsi ai primi posti in quanto a livello d’istruzione, lo stesso non vale per il livello d’ occupazione e per le possibilità di spesa. Stando a quanto emerso dal Rapporto Manageritalia, gli unici dati che possono risollevare il mondo femminile sono quelli relativi al livello d’istruzione. Tra i laureati di età compresa tra i 18 e i 29 anni, il 14,9% è donna contro il 9,4% di uomini. E sono ancora le donne le prime a portare a termine gli studi: il 71,6% delle donne si laurea entro i 26 anni, contro il 66,7% dei colleghi maschi.

La situazione cambia sul piano del lavoro: la percentuale di uomini occupati ammonta a 67,4% contro il 46,5% delle donne. Simile il quadro sulle possibilità di spesa a disposizione delle donne: solo un 60% del gentil sesso possiede un bancomat, a differenza invece degli uomini che raggiungono quota 73%; la carta di credito è a disposizione di appena il 24% delle signore, contro il 36% degli uomini. E ancora, solo il 50% delle donne possiede la patente, contro l’80% degli uomini.

Nonostante la fotografia scattata dal Rapporto Manageritalia non sia incoraggiante, Marisa Montegiove, responsabile gruppo donne manager di Manageritalia, ha espresso grande fiducia sulla situazione e sui possibili cambiamenti futuri: “Le donne saranno il vero motore di sviluppo dell’economia italiana. A differenza dei principali paesi Ocse, che hanno già un’elevata partecipazione al lavoro delle donne, l’Italia potrà sfruttare il basso utilizzo del lavoro femminile come arma in più per crescere’’.

Per tutte le donne che vogliono fare concorrenza all’universo maschile, dotandosi quanto meno di una bella carta di credito per gli acquisti, un valido aiuto può essere di SuperMoney, portale leader nella comparazione di prodotti finanziari, che in pochi istanti offre un confronto tra le migliori carte di credito, bancomat e carte prepagate presenti in commercio.

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu’

Comments are closed.