Poste Italiane arriva in Cina: accordi su e-Commerce e carte di credito

Poste Italiane entra nel mercato cinese: oggi a Roma sono stati firmati due accordi di cooperazione tra Poste Italiane e China Post, l’operatore postale di Pechino, e China Union Pay (Cup), la principale società cinese di servizi interbancari che gestisce oltre 3 miliardi di carte di credito. La prima intesa permette il collegamento tra i rispettivi portali e-Commerce ed apre un nuovo e ampio corridoio commerciale online tra Italia e Cina, a supporto del business to business e del business to consumer.

Una nuova e unica vetrina per i prodotti del Made in Italy e la possibilità di una partnership anche per quanto riguarda le rimesse dall’Italia alla Cina (mercato che vale circa 2.5 miliardi di euro e nel primo semestre 2012 si è attestato a quota 1, 229 miliardi di euro. Inoltre, l’accordo prevede una cooperazione anche nel settore assicurativo, dove la Cina è il 2° mercato dell’Asia e il 6° a livello mondiale.

Il secondo accordo, quello con China Union Pay, apre prospettive di sviluppo nei servizi finanziari e nell’e-Commerce: oltre all’interoperabilità tra le carte di credito emesse da Cup e quelle di Poste Italiane, l’intesa prevede a breve l’avvio di una partnership per il servizio di trasferimento fondi internazionali da carta a carta, consentendo ai cinesi residenti in Italia di inviare denaro in patria attraverso l’abbinamento della carte Postepay di Poste Italiane on quelle emesse da Cup. Il mercato del money transfer tra Italia e Cina vale, secondo i dati diffusi dalla Banca d’Italia, circa 2,5 miliardi di euro, ovvero il 34% dell’intero volume annuo di trasferimenti dall’Italia all’estero.

Comments are closed.