Poste: solo bollettini pagati in canali di Poste Italiane garantiscono liberatoria

 In relazione al sequestro di 72 agenzie postale abusive, Poste Italiane ha diffuso una nota nella quale invita i cittadini “alla cautela” e agli stessi consiglia “di chiedere informazioni e controllare sempre con attenzione prima di eseguire pagamenti di utenze o versamenti di denaro presso soggetti diversi dagli uffici postali o da quelli convenzionati con Poste”. Poste, infatti, ricorda che “la natura liberatoria della ricevuta del bollettino è garantita esclusivamente dall’apposizione del timbro di quietanza da parte di Poste Italiane, unico soggetto abilitato”.

In altre parole, soltanto il possesso della ricevuta del pagamento effettuato sui canali fisici e virtuali di Poste Italiane, e presso i soggetti da questa autorizzati, garantisce la natura liberatoria dal debito. Ulteriore modalità di estinzione del debito è rappresentata dal pagamento presso le reti (ad es. banche, SISAL, Lottomatica) che abbiano stipulato accordi diretti con i singoli fatturatori (ad es. Enel, Telecom,ecc.). In questi casi non si tratta del pagamento di bollettini di conto corrente postale ma di un processo di incasso per conto terzi, attuato in virtù di convenzioni con i singoli fatturatori.

Comments are closed.