Sisma in Emilia, Abi: plafond di 800 mln per finanziamenti agevolati e sospensione mutui

Un plafond di finanziamenti a condizioni di favore per oltre 800 milioni di euro e una moratoria delle rate dei mutui almeno fino alla fine dell’anno: sono le misure lanciate dall’Associazione Bancaria Italiana per i territori colpiti dal sisma in Emilia, già varate dalle banche o operative in breve tempo. L’annuncio segue l’incontro odierno fra Giovanni Sabatini, Direttore generale dell’Abi, e Luca Lorenzi, Presidente della Commissione regionale Abi Emilia Romagna, con il presidente della Regione Vasco Errani.

Le banche mettono a disposizione di famiglie e imprese colpite dal sisma “un plafond per finanziamenti a condizioni di favore di oltre 800 milioni di euro – afferma una nota dell’Abi – A ciò si aggiunge una misura di moratoria delle rate dei mutui. Le iniziative sono state subito comunicate dalle banche sul territorio”. Le misure saranno operative in breve tempo. Ha detto Luca Lorenzi, Presidente di Abi Emilia Romagna: “Si tratta di interventi che saranno pienamente operativi a brevissimo. Sono stati subito definiti e deliberati autonomamente dalle banche nell’immediatezza dell’emergenza”.

Nel solco di questa iniziativa, l’Abi fa appello alla sospensione dei mutui e invita le banche “ad adottare entro il 30 giugno 2012 una misura di sospensione, almeno fino alla fine del 2012, del pagamento delle rate dei mutui garantiti da immobili residenziali, commerciali ed industriali che siano nei territori colpiti dall’evento sismico e abbiano avuto danneggiamenti, anche parziali”. Chi aderirà dovrà specificare i dettagli della misura attraverso avvisi in filiale e online e comunicare l’adesione anche all’Abi, che la pubblicherà sul proprio sito.

Comments are closed.