Carte revolving, Adusbef: processo vs dirigenti American Express resta a Trani

Resta al Tribunale di Trani il processo contro i 5 dirigenti di American Express per truffa e usura bancaria ai danni di alcuni cittadini della provincia di BAT (Barletta, Andria, Trani). E’ quanto si è deciso nella terza udienza, conclusasi poco fa. Al centro del processo l’elargizione di prestiti realizzati attraverso il rilascio di carte di credito di tipo revolving, sulle quali  venivano applicati tassi di mora usurari. Nel 2012 la Procura di Trani aveva chiesto il rinvio a giudizio dei 5 imputati ipotizzando i reati di truffa ed usura bancaria.

All’odierna udienza il Tribunale, sciogliendo la riserva del 27 novembre scorso ha confermato, come già fatto in udienza preliminare dal GUP, la propria competenza territoriale e pertanto ha respinto l’eccezione delle difese degli imputati che volevano trasferire il processo a Roma. A seguire le parti hanno articolato le loro richieste istruttorie e il Tribunale ha rinviato la causa al prossimo 19 marzo 2015, data in cui si procederà all’esame dei testi e dei consulenti tecnici della Procura, Pm dott. Michele Ruggiero, e all’acquisizione delle intercettazioni telefoniche. Analoghe richieste sono state effettuate da Adusbef ed Adusbef Puglia, parti civili nel processo, rappresentate dagli avvocati Antonio Tanza e Vincenzo Laudadio, uniche associazioni di consumatori ammesse in giudizio in ragione della loro pluriennale e specifica competenza in materia bancaria.

Comments are closed.