CdM: avviata discussione su pacchetto misure da adottare

Angela Merkel e Nicolas Sarkozy hanno espresso sostegno all’Italia “dicendosi consapevoli che un crollo dell’Italia porterebbe inevitabilmente alla fine dell’euro, provocando uno stallo del processo di integrazione europea dalle conseguenze imprevedibili”. È quanto si legge nell’odierno comunicato di Palazzo Chigi, a conclusione del Consiglio dei Ministri, nel quale il presidente del Consiglio Mario Monti ha presentato una relazione sull’incontro con il cancelliere tedesco e il presidente francese. Da parte del premier, nell’incontro c’è stato il riconoscimento che “l’Italia ha dimostrato nel suo recente passato di aver compiuto progressi significativi in materia di consolidamento fiscale, mentre l’impegno a rendere tale consolidamento sostenibile sarà attuato in tempi rapidi attraverso misure di impulso alla crescita”. Il presidente del Consiglio “ha riconfermato l’impegno a raggiungere gli obiettivi stabiliti in sede europea (ed in particolare il pareggio di bilancio nel 2013), identificando con chiarezza un programma di riforme strutturali “equo ma incisivo” da perseguire con il consenso delle parti sociali”.

Il Consiglio dei Ministri, continua la nota, “ha avviato la discussione per identificare il percorso operativo da intraprendere, nel più breve tempo possibile, per la definizione del pacchetto di misure da adottare”. Sono stati approvati inoltre, su proposta del Ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri, tre regolamenti che conferiscono un assetto definitivo all’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Il Consiglio ha inoltre dichiarato lo stato d’emergenza nei territori della provincia di Messina e dell’isola d’Elba.

Comments are closed.