Conversione lira/euro, Aduc pubblica modulo da inviare a Bankitalia

Cosa si fa dopo la sentenza della Corte Costituzionale che ha giudicato illegittima la prescrizione anticipata della lira decisa dal Governo Monti? Mentre ancora ci si interroga, l’Aduc ha pubblicato online un modulo da spedire alle filiali della Banca d’Italia entro il 28 gennaio. Chi possiede ancora della valuta in lire può cambiarla in euro: la Sentenza 216/2015 emessa dalla Consulta il 5 novembre scorso ha riaperto la possibilità di convertire le vecchie lire in euro, dichiarando illegittimo un articolo di un decreto dell’ex Governo Monti, considerandolo non rispettoso dell’articolo 3 della Costituzione.

euro liraLa Corte Costituzionale ha infatti giudicato illegittima la prescrizione anticipata della lira decisa dal Governo Monti nel 2011. Con sentenza 216/2015 la Corte ha stabilito che viola l’articolo 3 della Costituzione il decreto legge con cui si stabilì con decorrenza immediata la prescrizione anticipata delle lire in circolazione in favore delle casse dello Stato. Da parte delle associazioni dei consumatori c’è attenzione agli sviluppi della vicenda e non mancano note critiche come quella dell’Aduc, che afferma: “Avevamo già sollevato il problema tempo fa, sperando che la Banca d’Italia provvedesse con una specifica modulistica, ma abbiamo aspettato inutilmente”.

La richiesta approntata dall’associazione dovrà essere inviata a mezzo raccomandata A/R oppure posta elettronica certificata (la cui firma deve essere digitale). L’Aduc precisa poi che “alcune monete e banconote potrebbero possedere un valore collezionistico superiore al valore del cambio in euro” e per questo rimanda a siti specializzati.

Un commento a “Conversione lira/euro, Aduc pubblica modulo da inviare a Bankitalia”

  1. bernardo gatti scrive:

    provvederò subito a fare la richiesta alla filiale più vicina a me, grazie e salutoni, Bernardo Gatti