Credito al consumo e mutui, Osservatorio Assofin-CRIF: in calo nel I trimestre 2012

Credito al consumo e mutui. La crisi passa anche e soprattutto attraverso questi due settori ed è possibile leggerli in due modi. Come dire, due risvolti per la stessa medaglia. L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori ha rilevato, dal 2002 ad oggi, un aumento delle consistenze debitorie per il credito al consumatori: nel 2002 circa 50 mld mentre oggi si è passati a 107,1 mld con un picco di 115 mld nel 2009. La progressiva frenata delle consistenze, dal 2009 al 2012, è – spiega l’Associazione – fortemente connessa all’ulteriore peggioramento della crisi economica del PaeseAnche quanto è emerso dalla 32esima edizione dell’Osservatorio sul Credito al Dettaglio di Assofin, CRIF e Prometeia, ci restituisce l’immagine di un Paese attanagliato dalla crisi dove le famiglie sono prudenti al pari delle banche e degli istituti di credito che assumono un atteggiamento di cautela nelle politiche di offerta. Secondo i dati emersi dall’Osservatorio,  prosegue, nel primo trimestre 2012, il calo delle erogazioni di mutui immobiliari per acquisto di abitazioni che registrano una flessione del 47 per cento. Diminuiscono anche le erogazioni di credito al consumo (-2,2% nel 2011 e -11% nei primi tre mesi del 2012).

Nel dettaglio sono soprattutto gli altri mutui (mutui per ristrutturazione, liquidità, consolidamento del debito, surroga e sostituzione) a subire una flessione netta: dopo il -24,9% del 2011, nei primi tre mesi del 2012 fanno registrare una contrazione delle erogazioni pari a -80% rispetto allo stesso periodo del 2011. Il rischio di credito è pressoché stabile. Il tasso di default del mercato del credito alle famiglie (ovvero l’indice di rischio di credito di tipo dinamico che misura le nuove sofferenze e i ritardi di 6 o più rate nell’ultimo anno di rilevazione), considerato nel suo complesso (mutui immobiliari e credito al consumo) segue un trend di contrazione nel 2011 e si stabilizza al 2,1% a fine marzo 2012.

Comments are closed.