Barometro CRIF: su le richieste di prestiti, in calo mutui e surroghe

Le richieste di credito delle famiglie viaggiano a due velocità: aumentano quelle per i prestiti, diminuiscono quelle relative mutui e surroghe. Ad agosto di quest’anno, prestiti personali e finalizzati segnano un aumento complessivo del 5,2% mentre la richiesta di mutui e surroghe registra una brusca frenata e cala del 14,4% rispetto allo stesso mese del 2016. Aumentano invece gli importi medi richiesti, sia per i mutui che i prestiti. I dati vengono dall’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF sull’andamento delle domande di credito delle famiglie.

“L’andamento delle richieste di credito da parte delle famiglie in agosto riflette il trend contrastato che ha caratterizzato tutta la prima parte dell’anno e questo non consente di delineare con assoluta chiarezza un quadro prospettico – dice Simone Capecchi, Executive Director di CRIF -. Nonostante i tassi applicati risultino ancora allettanti e il mercato del credito al consumo europeo stia registrando le migliori performance degli ultimi 10 anni, in Italia il comparto viaggia a due velocità, con il progressivo consolidamento dei prestiti, sospinti anche dalla ripresa dei piani di spesa delle famiglie, a fronte del trend dei mutui che sembra segnare il passo dopo le brillanti performance degli ultimi anni a causa del ridimensionamento delle surroghe. Conforta, però, la costante crescita degli importi medi richiesti per tutte e tre le forme tecniche considerate, indice di una maggiore capacità di spesa da parte delle famiglie”.

La richiesta di nuovi  mutui e surroghe cala del 14,4% rispetto ad agosto dello scorso anno. Nell’aggregato dei primi otto mesi del 2017, la flessione è del 7,4% rispetto allo stesso periodo del 2016. “È evidente che dopo la forte crescita registrata negli anni passati, grazie soprattutto alla spinta delle surroghe, la restrizione del bacino dei potenziali mutuatari interessati alla rottamazione del vecchio mutuo si stia riflettendo sui volumi di richieste”, spiegano dal Barometro CRIF. Continua invece ad aumentare l’importo richiesto, con un valore medio che ad agosto segna una crescita del 2,3% e si attesta a oltre 126 mila euro (per la precisione, 126.650 euro). I piani di rimborso superiori a 15 anni rappresentano la grande maggioranza e raccolgono il 70% delle richieste, e la classe di rimborso compresa tra i 15 e i 20 anni raccoglie da sola il 24,4% del totale.

Diverso l’andamento per le richieste di prestiti: i prestiti finalizzati aumentano del 5% e quelli personali del 5,5%. Prendendo in considerazione i primi 8 mesi dell’anno in corso, il numero di prestiti (personali più finalizzati) richiesti fa registrare un +2,1% rispetto al corrispettivo periodo del 2016. L’importo medio dei prestiti finalizzati è pari a 5.451 euro, in aumento del 9,1% ad agosto 2017 rispetto a un anno fa, mentre per i prestiti personali si attesta a 12.466 euro (+4,9%).

Comments are closed.