Creditori vs debitori, è scontro. Lo dice anche il CRTCU

Quella tra creditori e debitori è senz’altro una lotta impari. E’ quanto dimostra il bilancio delle segnalazione giunte al CRTCU nel primo semestre del 2012: 607 le richieste di informazione e 1786 quelle di consulenza per un totale di somme recuperate per i consumatori trentini di € 481.508,22; una buona parte delle somme recuperate fa riferimento alla casistica sotto riportata.Nel settore del recupero credito – fanno notare dal CRTCU – sono molte le agenzie che utilizzano le metodologie più varie per invitare i consumatori a saldare debiti sulla cui fondatezza e/o ammontare non vi è, in molti casi, alcuna certezza. E’ certo, invece, che spesso le intimidazioni messe in atto da queste agenzie sono deontologicamente scorrette, quando siano minacciate azioni o iniziative sproporzionate, puramente fantasiose o vessatorie.

Secondo il CRTCU, inoltre, sono aumentate significativamente le richieste di consulenza e assistenza su accesso al credito: a) difficoltà nell’ottenimento dei mutui per l’acquisto della prima casa, in particolare diventa difficile se non impossibile farsi finanziare il 100% del valore dell’immobile; b) vengono richieste garanzie del credito pretestuose o comunque per crediti già sufficientemente garantiti, nell’ordine: ipoteca, polizza caso morte/perdita impiego, firma per la garanzia personale; c) i criteri per la valutazione della solvibilità dei consumatori vengono imposti e devono essere rigorosamente rispettati.

Comments are closed.