Decreto Sviluppo 2, Lirosi (Pd): passi avanti su mutui e rc auto

Nel maxiemendamento al Decreto Sviluppo 2, approvato ieri in Senato con norme che ora passano alla Camera, si fanno “passi avanti su rc auto e mutui per i consumatori”. Nel settore dell’rc auto, si prevede che il contratto di assicurazione non possa essere stipulato per oltre un anno e non possa essere tacitamente rinnovato.

Secondo Antonio Lirosi, responsabile Diritti dei consumatori del PD, fra i miglioramenti apportati al decreto sviluppo alcuni vanno proprio nella direzione di tutelare gli interessi dei consumatori. “Si tratta – spiega Lirosi – della norma che stabilisce il diritto per i consumatori di vedersi restituite le somme anticipate per il pagamento delle polizze vita collegate ad un mutuo in caso di estinzione anticipata o di portabilità che consentirà ai titolari dei mutui di recuperare parte della somma, a volte di qualche migliaia di euro, pagata in un’unica soluzione anticipata per la stipula di polizze vita ventennali o trentennali a garanzia del creditore del mutuo. Una seconda disposizione è volta a tutelare gli assicurati nel passaggio da polizze rc auto con la clausola del tacito rinnovo a contratti annuali, salvaguardando comunque la copertura assicurativa nei 15 giorni successivi alla scadenza, mentre una terza disposizione è finalizzata a semplificare la procedura per il rinnovo della polizza rc auto, eliminando inutili adempimenti burocratici a carico degli agenti, compresa quella ridondante modulistica che di solito di sottopone alla firma dei clienti”.

Comments are closed.