Educazione finanziaria: PattiChiari e Consumatori lanciano EconomiAmica

L’educazione finanziaria non è più materia per addetti ai lavori: ormai è una competenza di base richiesta a tutti i cittadini, non individuale ma pubblica, parte della cittadinanza economica. Migliorare la cultura economica dei cittadini è dunque una priorità per favorire la crescita economica e rispondere alla crisi. Per questo PattiChiari e associazioni dei consumatori hanno lanciato la campagna di educazione finanziaria EconomiAmica, diffusa su tutto il territorio nazionale.

In ballo ci sono scelte e fenomeni che coinvolgono direttamente i cittadini: il risparmio, il consumo, la gestione di mutui e conti correnti, il sovraindebitamento.La crisi in atto aumenta di fatto la complessità nelle scelte finanziarie a carico delle persone ed è per questa ragione che le associazioni dei consumatori, il Consorzio PattiChiari e le banche hanno attivato un nuovo fronte di alfabetizzazione che aiuti i risparmiatori ad acquisire le nozioni di carattere economico-finanziario, indispensabili per gestire al meglio le proprie risorse”, spiegano i promotori dell’iniziativa.

EconomiAmica nasce dunque come una campagna di sensibilizzazione sui temi dell’economia e della finanza rivolta ai cittadini adulti, con l’obiettivo di stimolare, attraverso incontri con esperti qualificati delle banche e delle associazioni dei consumatori, una gestione più consapevole delle risorse economiche, affrontando temi concreti e di interesse quotidiano come la pianificazione del budget familiare, la scelta del conto corrente più adatto, il sovraindebitamento o il rapporto rischio-rendimento finanziario.

“L’attuale scenario economico ha messo al centro dell’attenzione di tutti i Paesi il rapporto tra finanza e cittadini e, di conseguenza, la relazione tra conoscenza economica, responsabilità individuale ed autonomia delle scelte. L’educazione finanziaria è passata da materia per “addetti ai lavori” a competenza di base racchiusa nel più ampio concetto di cittadinanza economica. Di fatto, è passata dalla sfera delle competenze individuali a quella pubblica”. La campagna EconomiAmica è diffusa su tutto il territorio nazionale e si articola in due livelli: incontri territoriali e “Giornate della cittadinanza economica”.

Gli incontri territoriali si svolgeranno presso le sedi delle associazioni dei consumatori o di altri enti interessati ad ospitarli. Le “Giornate della cittadinanza economica” prevedono una tavola rotonda che coinvolge diversi relatori pubblici, privati, istituzionali e sociali, nonché le banche interessate. Gli incontri territoriali si svolgeranno a Napoli, Polignano a Mare, Catania, Pescara, Cosenza, Potenza, Forlì, Roma, Treviso, Mantova, Varese, Bergamo, Milano, Lainate, Asti, Spoleto e Genova mentre le Giornate della cittadinanza economica” a Sassari, Ancona, Perugia, Pordenone, Matera e Milano. Gli incontri dedicati ai cittadini sono gestiti dalle associazioni dei consumatori in collaborazione con le banche aderenti.

Le associazioni di consumatori che partecipano al progetto sono Adiconsum, ADOC, Altroconsumo, Asso-consum, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Codici, Confconsumatori, La Casa del Consumatore, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino, Unione Nazionale Consumatori.

2 Commenti a “Educazione finanziaria: PattiChiari e Consumatori lanciano EconomiAmica”

  1. Le iniziative di alfabetizzazione finanziaria vanno viste positivamente ed incoraggiate, purché, naturalmente, non sostituiscano, ma introducano, le vere azioni di educazione finanziaria concreta, strettamente connesse con l’attività di consulenza finanziaria globale (comprehensive).

  2. mauro artibani ha detto:

    esste il sito di ” EconomiAmica” ?
    grazie