Fonsai, Movimento Consumatori: 300 deleghe contro fusione con Unipol

Prosegue la mobilitazione del Movimento Consumatori nei confronti della vicenda Fonsai. L’associazione ha concluso la raccolta delle deleghe di voto per le assemblee che si terranno domani a Bologna. “Abbiamo le deleghe di oltre 300 investitori che vogliono dire no alla fusione con Unipol – annuncia Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito & Risparmio del Movimento Consumatori – Questa fusione non è altro che l’ultima tappa di un piano di spoliazione dell’azionariato diffuso. A seguito degli aumenti di capitale del 2012 i piccoli azionisti hanno visto l’azzeramento del valore delle loro azioni; a fronte di tale scenario la compagnia non ha posto in essere nessuna azione per tutelare l’azionariato diffuso”.

L’associazione ricorda inoltre di aver iniziato a raccogliere le costituzioni di parte civile tra gli azionisti danneggiati e invita tutti gli azionisti a rivolgersi al più presto al Movimento Consumatori in quanto è necessario che la costituzione di parte civile avvenga entro il 4 dicembre prossimo, data dell’udienza contro i Ligresti e gli altri amministratori della precedente gestione di Fondiaria Sai, per falso in bilancio aggravato, aggiotaggio informativo e manipolazione dei mercati. Le notizie di questi giorni che hanno visto la notifica degli avvisi di garanzia anche ai revisori e agli attuari incaricati lasciano presagire che questo sia solo l’inizio di una lunga vicenda. Gli azionisti possono scrivere a fonsai@movimentoconsumatori.it.

Comments are closed.