Fusione Unipol-Fonsai, MC: soluzione che danneggia risparmiatori

L’assemblea di Fonsai ha approvato il progetto di fusione a quattro con Unipol Assicurazioni, Milano Assicurazioni e Premafin con il voto favorevole del 96,6% del capitale intervenuto, pari 62,46% del capitale sociale. Ha votato contro il progetto di fusione lo 0,06% del capitale presente, pari allo 0,03% del capitale complessivo. Le astensioni sono state pari al 3,33% del capitale presente (2,15% del capitale totale). Nessuna variazione di rilievo tra i principali soci: sono presenti Finsoe con il 41,93%, Unicredit con il 6,65%, Anima con il 2,4% e Sator con il 3,03%.

“Nella fusione Unipol-Fonsai non si è tenuto conto degli interessi dei piccoli azionisti” ha commentato Paolo Fiorio, coordinatore dell’Osservatorio Credito & Risparmio di Movimento Consumatori che ha partecipato all’assemblea, con le deleghe di più di 300 azionisti per esprimere voto contrario alla fusione. “Non pensiamo che questa operazione fosse l’unica possibile – ha detto Fiorio – e questa fusione non è altro che l’ultima tappa di un piano di spoliazione dell’azionariato diffuso.

Movimento Consumatori si chiede perché la società non abbia fatto accantonamenti per fare fronte a eventuali obblighi risarcitori. A seguito degli aumenti di capitale del 2012 i piccoli azionisti hanno visto l’azzeramento del valore delle loro azioni; a fronte di tale scenario la compagnia non ha posto in essere nessuna azione per tutelare l’azionariato diffuso.

L’associazione ricorda inoltre di aver iniziato a raccogliere le costituzioni di parte civile tra gli azionisti danneggiati. A questo proposito MC invita tutti gli azionisti a rivolgersi al più presto al Movimento Consumatori in quanto è necessario che la costituzione di parte civile avvenga entro il 4 dicembre prossimo, data dell’udienza contro i Ligresti e gli altri amministratori della precedente gestione di Fondiaria Sai, per falso in bilancio aggravato, aggiotaggio informativo e manipolazione dei mercati.

Per informazioni: fonsai@movimentoconsumatori.it

2 Commenti a “Fusione Unipol-Fonsai, MC: soluzione che danneggia risparmiatori”

  1. bruno bianco ha detto:

    E il rappresentante dei piccoli azionisti di risparmio neanche lui si accorto di nulla?
    Non ha avvisato i piccoli azionisti?
    Ha taciuto anche lui?
    Chi vede e tace, è colpevole ugualmente ed andrebbe perseguito.

  2. bruno bianco ha detto:

    Peloso non sapeva niente di tutto ciò?
    Ha taciuto?
    E’ innocente?