Gioco d’azzardo, Codacons chiede sequestro incassi concessionari

Il Codacons continua la sua battaglia contro il gioco d’azzardo: l’Associazione ha inviato oggi un’istanza al Comando Generale della Guardia di Finanza chiedendo di disporre il sequestro degli incassi di alcune società concessionarie dei servizi di gioco. La richiesta prende le mosse dalla multa elevata nel 2012 dalla Corte dei Conti a 10 concessionari per la gestione delle New Slot, con la quale gli stessi venivano condannati al risarcimento dei danni erariali per un valore complessivo di 2,5 miliardi di euro.

“Soldi che, tuttavia, non risultano ad oggi totalmente versati allo Stato, a causa dei tentativi di conciliazione, sanatorie e richieste di agevolazioni presentate da alcuni dei soggetti sanzionati. Una situazione – spiega il Codacons – che determina un danno economico per il nostro paese, privato in un momento di grave crisi di risorse non indifferenti che potrebbero risultare più che utili alle casse statali”. Per questo l’Associazione ha chiesto alle Fiamme Gialle di disporre il sequestro degli incassi dei 10 operatori multati, per un controvalore pari a quello della sanzione della Corte dei Conti, allo scopo di consentire il pagamento del debito che le società del gioco presentano nei confronti dello Stato italiano e dei cittadini.

Comments are closed.