Konsumer Italia: il “saldaconto” non è prova per un pignoramento

“In caso di mancato pagamento di mutui o finanziamenti i decreti ingiuntivi ottenuti dalle banche possono essere nulli e impugnati dai Consumatori”: è quanto afferma Konsumer Italia, sottolineando che è tempo di maggiore trasparenza da parte delle banche nei confronti dei consumatori. “La prassi prevalentemente usata dalle banche in caso di mancati pagamenti da parte dei consumatori di mutui o finanziamenti non può essere basata esclusivamente sulla presentazione di un ‘saldaconto’ – spiega l’associazione – Questo strumento, del tutto autoreferenziale, non è ammissibile come prova scritta ed il Codice Civile, così come quello di Procedura Civile danno ragione ai Consumatori”.

Il ‘saldaconto’ è solo uno strumento indiziario – spiega Antonio Caricato, capo dipartimento economia e finanza di Konsumer Italia – non una prova, sulla cui base si possa procedere ad un pignoramento, come fino ad oggi in uso, ma il Consumatore deve procedere con l’opposizione al decreto entro 40 giorni dalla notifica. Le sedi Konsumer Italia sono in grado di assistere i consumatori in ogni regione al fine di ottenere  la nullità di tali decreti poiché la sentenza n. 3620 del Tribunale di Torino del maggio 2013 ha stabilito che un decreto ingiuntivo emesso solo sulla base dell’estratto dei “saldaconti” è invalido in quanto fondato su prova scritta non idonea a documentare il titolo giustificativo del credito; ai sensi degli artt. 2709 C.C. e 364 del C.P.C., infatti, costituisce prova scritta ai fini del predetto decreto, in materia bancaria, l’estratto analitico dei conti dall’apertura della linea di credito alla pretesa da parte della banca, che invece su tale prova può fondare richieste per scoperti ed affidamenti”.

Konsumer Italia ritiene che sia necessaria una profonda rivisitazione delle procedure attuate dagli Istituti di credito nei confronti dei consumatori italiani: è urgente aprire un tavolo di confronto su cui i Consumatori possano portare le proprie proposte al netto di accordi intercorsi nel passato ed ormai non più attuali.

Comments are closed.