Libretti bancari e postali, importi ridotti a 1000 euro

Dal 1° gennaio 2012 l’importo massimo per i libretti bancari o postali al portatore è di 1000 euro. Tutti i possessori di un libretto bancario o postale al portatore dovranno, quindi, ridurne l’importo fino a un massimo di 1000 euro, oppure estinguerlo e trasformarlo, per esempio in un libretto nominativo.

E’ quanto precisa Altroconsumo che aggiunge: “E’ una delle conseguenze della manovra Monti, che ha ridotto il limite di trasferimento del contante e dei titoli al portatore a 1000 euro a partire dal 1° gennaio 2012”. In base alle novità introdotte dalla legge di conversione, fino al 31 gennaio 2012 i possessori potranno ridurre l’importo o fare l’estinzione senza incorrere in alcuna infrazione. Successivamente, i possessori che andranno in banca o in posta per il rimborso saranno colpiti da una sanzione compresa tra il 20 e il 40% del saldo, a seconda della gravità dell’infrazione, con un minimo di 3000 euro. È inoltre previsto che, se il saldo del libretto è inferiore a 3000 euro, la sanzione sia pari al massimo al saldo del libretto stesso.

Comments are closed.