Lotta al contante, Consumatori scrivono alla Commissione Europea

Movimento Difesa del Cittadino (MDC), Codacons, Confconsumatori e Codici hanno inviato una lettera alla Commissione Europea per esprimere alcune considerazioni sul tema dei pagamenti elettronici e il loro impatto su commercianti, consumatori e sull’economia italiana. Il presupposto dell’iniziativa delle tre organizzazione è la constatazione che in alcuni mercati l’uso dei contanti, pur registrando una graduale diminuzione, rimane il mezzo di pagamento predominante e che i contanti incoraggiano l’economia sommersa.

Prevedere una nuova riforma nella regolamentazione delle commissioni interbancarie significa infatti tenere in considerazione tutti gli elementi volti a evitare che i costi vengano ripartiti in maniera diseguale, creando eventualmente ricadute negative sul mercato, sui consumatori e di conseguenza rendendo più complicato l’uso degli strumenti elettronici. Le associazioni auspicano, infatti, che “un’eventuale regolamentazione da parte della Commissione venga adottata conformemente al principio di non discriminazione con riferimento ai diversi schemi di pagamento a ‘tre parti’ e a ‘quattro parti’ per evitare che i costi vengano ripartiti in maniera diseguale creando distorsioni del mercato e confusione per i consumatori con conseguenti ricadute negative sulla propensione all’utilizzo di strumenti resi ancor più complessi”.

Comments are closed.