Milano: domani al via il Salone del Risparmio

Inaugura il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ma fra gli ospiti ci saranno anche volti noti dello spettacolo e dello sport, come la campionessa paraolimpica Bebe Vio, lo chef pluristellato Carlo Cracco, il cantante Elio di Elio e le Storie Tese, il pilota di Formula 1 Marc Genè e la Gialappa’s Band: sono i nomi che si potranno ascoltare e incontrare al Salone del Risparmio che si inaugura domani a Milano, in calendario fino al 13 aprile. La tre giorni del risparmio gestito conterà 160 marchi partecipanti, 100 conferenze in programma, per 240 relatori nazionali e internazionali confermati. Sono finora 10mila i partecipanti attesi.

risparmioIl tema di quest’anno “Inseguendo la crescita. Risparmio, investimenti, politiche di sviluppo” sarà al centro della plenaria di apertura inaugurata dal Ministro dell’economia Pier Carlo Padoan. Ad affiancarlo il Presidente di Assogestioni Tommaso Corcos e la firma del Financial Times Martin Wolf: tre voci per tre punti di vista differenti che si confronteranno sulle riforme necessarie per sostenerne lo sviluppo e la crescita del Paese. Il Salone concentrerà l’attenzione sul mix di politica monetaria e politica fiscale necessario al Paese e alla sua crescita strutturale. Perché, dicono i promotori, “risparmio, investimenti e politiche di sviluppo sono le tre leve strategiche per inseguire la crescita, favorire la ripartenza del Paese e supportare l’economia reale. In questo contesto l’industria del gestito continua a partecipare attivamente a questo processo mettendo in campo tutti i suoi strumenti, attraverso, per esempio, i Piani Individuali di Risparmio (PIR), contenitori di risparmio agevolati fiscalmente che veicolano una parte di risorse verso le PMI”.

Le conferenze sono organizzate lungo sette percorsi tematici, mentre nei primi due giorni le conferenze di Assogestioni si concentreranno su temi quali la normativa sui PIR (Piani di Individuali di Risparmio), le recenti modifiche introdotte in materia di Mifid II, le implicazioni derivanti dal suo recepimento in Italia sia per i gestori che i per i distributori, le novità che emergono in tema product governance.

Comments are closed.