Mutui usurari, Codici lancia campagna “Oltre il tasso soglia… il mutuo t’imbroglia”

“Oltre il tasso soglia… il mutuo t’imbroglia” è la campagna lanciata dal Codici per rispondere ai dubbi di tanti consumatori dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ha stabilito che “quando il tasso  di mora, le penali e le varie spese, tutte messe insieme superano il tasso soglia, stabilito dalla legge antiusura 108/96,  anche i mutui diventano usurai e possono essere annullati con le relative procedure giudiziali bloccate”…“oltre a  permettere il recupero integrale degli interessi pagati su mutui, leasing e finanziamenti, quando i  tassi o le penali  superano la soglia di usura”.

“Abbiamo assistito in questi anni ad un deterioramento della qualità dei prestiti – commenta Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale del Codici – fino a raggiungere progressivamente i limiti dell’illegittimità. Con la recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione i cittadini hanno, però, uno strumento in più per tutelarsi”.

Non è particolarmente complicato per un consumatore capire se il proprio mutuo, finanziamento o leasing  supera i tassi soglia previsti dalla legge. Questi può infatti confrontare il prospetto che la Banca d’Italia rende noto e che fa riferimento ai tassi massimi d’interesse per un prestito o per un finanziamento; superati i tassi stabiliti trimestralmente da Bankitalia subentra il reato di usura.

A titolo esemplificativo si riportano i tassi di interessi medi per i mutui nel periodo 1 gennaio – 31 marzo 2013 con applicazione dal 1 luglio al 30 settembre 2013:

Mutui con garanzia ipotecaria Tassi medi Tassi soglia di usura
Tasso fisso 5,09% 10,3625%
Tasso variabile 3,68% 8,6000%

Il Codici invita pertanto i cittadini a prestare la massima attenzione al contratto prima di sottoscriverlo e sollecita i consumatori a sottoporre all’attenzione dell’Associazione i contratti stipulati con le banche per opportune verifiche e valutazioni.

Per maggiori informazioni o per fissare un appuntamento con un legale, i cittadini possono far riferimento allo 065571996. On line, sul sito www.codici.org, il modulo attraverso il quale è possibile richiedere la restituzione delle somme versate per l’applicazione di interessi usurari.

Comments are closed.