My Way e 4 You, UNC: contratti possono essere impugnati

Continuano le pronunce della giurisprudenza in favore dei risparmiatori per i contratti My Way e 4 You, che da tempo sono sotto i riflettori delle associazioni dei consumatori. I giudici continuano ad emettere sentenze a favore dei risparmiatori che hanno sottoscritto i contratti My Way e 4 You per l’assoluta inadeguatezza delle informazioni sulla composizione del fondo d’investimento e per l’oscurità della clausola di recesso che, se esercitata dal cliente, si concretizza in una clausola penale di importo manifestamente eccessivo”: queste le parole di Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori.

L’associazione ribadisce che i contratti possono essere impugnati per la mancanza di un’adeguata informazione al cliente sulle reali caratteristiche dell’investimento e per l’assenza di chiarezza delle clausole contrattuali di recesso. I consumatori possono dunque agire in giudizio per chiedere il rimborso delle rate pagate. Si tratta di contratti che oltre dieci anni fa, ricorda Dona, furono ingannevolmente proposti ai risparmiatori come piani di accumulo a fini previdenziali da Banca 121 (poi Monte dei Paschi di Siena), trattandosi in realtà di mutui finalizzati all’acquisto di fondi di investimento della stessa banca.

Comments are closed.