Osservatorio: accordo salva mutui, 3 progetti della Lombardia a favore di 40.000 famiglie

Il mutuo è uno degli strumenti più comodi per poter acquistare un immobile, oltre che un sogno per molti italiani. Fortunatamente online è possibile comparare i mutui più vantaggiosi sia dal punto di vista delle rate che dal punto di vista dei tassi di interesse e riuscire così a contenere i costi collaterali. Può succedere però che una volta acceso il finanziamento il mutuatario non riesca a sostenere il pagamento e subentra allora il sostegno dello Stato.

La Regione Lombardia, ad esempio, ha da poco messo a punto un accordo salva mutui, in collaborazione con le società del gruppo Unicredit e Intesa SanPaolo, che punta a sostenere tutti quei consumatori, che dopo aver sottoscritto un contratto di mutuo, si trovino in difficoltà con la restituzione delle rate.

Vediamo nello specifico come si articola l’accordo. Nel caso dell’intesa con Unicredit Credit Management Immobiliare, questa prevede che la società possa acquistare l’immobile ipotecato dal mutuatario e affittarlo allo stesso ad un canone ridotto, che deve esser inferiore all’importo della rata del mutuo. L’inquilino, avrà dalla sua parte la possibilità, una volta superato il periodo di difficoltà economica, di comprare nuovamente l’immobile, entro e non oltre cinque anni, allo stesso prezzo.

Superato il termine dei cinque anni, il consumatore avrà comunque la possibilità di procedere con l’acquisto dell’immobile, che sarà però soggetto ad un valore determinato da una perizia indipendente. Restano al cliente, per i primi cinque anni, solo gli oneri relativi all’acquisto e alle riparazioni conservative che hanno incrementato il valore del bene.

L’accordo della Regione Lombardia con il gruppo Intesa SanPaolo prevede la sospensione delle rate del mutuo per un periodo massimo di 12 mesi e la rimodulazione della durata dei mutui fino a un massimo di ulteriori dieci anni, per un durata complessiva non superiore ai 40 anni. Le richieste di sospensione devo essere inoltrate entro il 31 gennaio 2013.

La Regione Lombardia ha poi provveduto alla stipula di una terza intesa che permette l’accesso a muti agevolati per le giovani coppie che volessero acquistare la loro prima casa. L’accordo prevede l’abbattimento di due punti percentuali sul tasso d’interesse del mutuo stipulato con il proprio istituto di credito che, attraverso Finlombarda, riceverà un contributo regionale.

Come dichiarato dallo stesso Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, siamo di fronte a delle “misure innovative e molto importanti per venire incontro ai cittadini in difficoltà”. L’incidenza che una simile iniziativa avrà sui cittadini trova invece spiegazione nelle parole dell’assessore alla Casa, Domenico Zambetti, che ha specificato come beneficeranno degli accordi “circa 40.000 famiglie lombarde”.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.