Osservatorio: borsellino elettronico, più comodo di carte di credito e bancomat

Pagare nei negozi utilizzando la moneta elettronica è una pratica oramai molto diffusa anche in Italia. Le nuove generazioni di consumatori, però, a breve sostituiranno le carte di pagamento con il  borsellino elettronico, che è attivabile direttamente su qualsiasi smartphone dotato di tecnologia NFC. Ma è sempre utile avere una carta nel portafoglio per ogni evenienza. Ed è quindi vantaggioso mettere le migliori carte di credito a confronto per trovare l’opzione più adatta a noi.

Perché adesso tutte le persone, di qualsiasi età, sfruttano il pagamento con moneta elettronica, perché oltre ad essere più comodo è anche sicuro: ad esempio un ragazzo a cui la mamma ha chiesto di fare una commissione non rischia di venire imbrogliato con banconote false e via dicendo. Ma tornando alla tecnologia NFC, le banche e i circuiti che emettono le carte (Visa e MasterCard su tutti), ma anche gli operatori di telefonia mobile, stanno puntando molto proprio sulla Near Field Communication, la tecnologia innovativa che permette di pagare con lo smartphone semplicemente avvicinandolo al terminale Pos di ultima generazione.

I pagamenti avvengono così nella cosiddetta modalità contactless, in maniera veloce e sicura senza dover strisciare la carta di credito o il bancomat come fatto fino ad oggi. Il mercato dei pagamenti contactless con borsellino elettronico presenta delle grosse potenzialità e delle opportunità di business per tutti gli operatori del settore, da quelli della telefonia mobile alle banche e passando, tra gli altri, per le catene commerciali operanti nella grande distribuzione organizzata.

Il gran fermento è alimentato innanzitutto dalle attese di una diffusione a macchia d’olio degli smartphone NFC anche nel nostro Paese visto che gli italiani non sono secondi a nessuno quando si tratta di dover cambiare il telefonino optando per un dispositivo più moderno e più funzionale. Questa tendenza, inoltre, è destinata a subire un’accelerazione anche in ragione del fatto che la tecnologia NFC si presta sullo smartphone agli usi più svariati, più comodi e più vantaggiosi anche economicamente per il consumatore.

Ad esempio, con uno smartphone dotato di chip NFC è possibile maturare sconti, sfruttare delle promozioni e vedersi caricati i punti delle carte fedeltà. Così come è destinato ad aumentare il ventaglio di servizi che permette, tra l’altro, di entrare in banca, fare bonifici, ricaricare il credito del cellulare o semplicemente acquistare il biglietto dell’autobus al volo prima di salire sul mezzo. In questo modo non c’è bisogno di obliterare e, in caso di controlli a bordo, basta esibire la ricevuta di pagamento memorizzata sullo smartphone all’atto dell’acquisto del biglietto.

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

 

Comments are closed.