Osservatorio: carte di credito, ecco le migliori offerte per risparmiare

Capire come muoversi nel caotico mercato dei pagamenti virtuali non è cosa semplice, vista anche la mole di alternative e possibilità che si palesano davanti al consumatore. Internet offre un valido supporto attraverso portali dove porre le varie tipologie di carta di credito a confronto, informarsi su costi di gestione e servizi integrati.

La crisi non sembra frenare la diffusione delle carte di pagamento. Si tratta in effetti di strumenti molto comodi e sicuri per i propri acquisti, anche sul web. Fra le più apprezzate dagli italiani, oltre alle prepagate molto amate dai giovani, ci sono le carte a saldo. La loro caratteristica principale è che consentono di rimborsare le spese effettuate il mese successivo.

Grazie al portale di confronto SuperMoney, è stata simulata la ricerca di una carta di credito con rimborso a saldo, per un utente che spenda circa 350 euro al mese e voglia fissare a 1000 euro il limite di utilizzo mensile. Inoltre, la ricerca non si è limitata alle carte riservate ai correntisti e, tra i parametri, c’è anche la possibilità di richiesta online.

Dalla comparazione è emerso che le tre carte di credito più convenienti per il consumatore sono Cartimpronta One di Webank, Blu American Express, e Barclaycard Classic di Barclays.

Nell’ordine, Cartimpronta One di Webank offre un canone di emissione della carta gratuito per i primi tre anni (più un costo di 12 euro all’anno per la sottoscrizione di carte successive alla prima), un limite massimo mensile di 7.800 euro, una commissione del 3% per l’anticipo di contante, e per le operazioni di gestione, ma non prevede una polizza assicurativa.

Per quanto riguarda la Carta Blu di American Express, la quota annuale ammonta a 30 euro (altre eventuali spese periodiche ammontano a 21,7 euro). É inoltre previsto un bonus annuale di 42 euro, ma le commissioni per il prelievo di contante sono gratuite. Per quanto riguarda il credito e l’anticipo di contanti, il limite massimo mensile è di 1.500 euro, con un TAEG applicato al 25,9%. Per l’anticipo di contante, la commissione è del 3,9%, e quella per le operazioni è del 2,6%. Anche in questo caso non è prevista alcuna polizza assicurativa.

Barclaycard Classic di Barclays infine, per i primi tre anni non richiede alcun costo per il canone annuale. Per altre spese periodiche, la quota dovuta dal cliente ammonta a 31 euro, non è previsto un bonus annuale, e non ci sono commissioni per il prelievo di contanti. Per quanto riguarda il credito, il limite massimo di spesa mensile è di 1000 euro, con un TAEG applicato al 23,8%, una commissione del 4% sull’anticipo di contante, e una commissione minima per operazione del 2,5%. A differenza delle carte precedenti, in questo caso è inclusa anche una polizza assicurativa.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.