Osservatorio, i migliori finanziamenti per progetti “green”

Un’alleanza virtuosa fra tecnologia green e istituti di credito per incoraggiare la crescita della prima e restituire vigore ai secondi. Confrontare i migliori prestiti sul mercato e richiedere quello che fa al caso proprio, realizzare opere di efficientamento energetico: è questo il circolo virtuoso attivato negli ultimi tempi e che sta già facendo proselitismo fra le banche, con la speranza che possa trattarsi di progetti ad ampio raggio che possano protrarsi nel tempo, aiutati da tempestive politiche di sostegno.

Qualche giorno fa ha preso il via l’erogazione di prestiti agevolati provenienti dal Fondo Kyoto, finalizzata a interventi rivolti al risparmio energetico e il successo è stato eclatante. Il Fondo ha ottenuto 605 richieste di finanziamento, per un totale 60 milioni di euro. Ma il Fondo di Kyoto non è l’unico supporto cui i consumatori possono fare riferimento per realizzare i loro progetti “eco”. Molti istituti di credito mettono a disposizione dei consumatori prestiti con la specifica finalità di finanziare interventi di risparmio energetico.

Grazie al servizio di confronto prestiti di SuperMoney è possibile avere una panoramica delle migliori offerte presenti sul mercato. Findomestic, ad esempio, finanzia l’acquisto e l’installazione di impianti “green” sino a un massimo di 60.000 euro, rimborsabili mediante una rata fissa a tasso agevolato per tutta la durata del finanziamento. Anche i prestiti Agos Ducato possono finanziare gli  interventi finalizzati all’installazione di pannelli fotovoltaici.

Un’altra proposta da valutare è quella della Banca popolare di Sondrio con “SOLARPlus”: si tratta di un finanziamento a medio-lungo termine destinato ai clienti che, affiancati da un installatore, presentano un progetto per la realizzazione di impianti fotovoltaici ad uso domestico per la produzione di energia elettrica. L’importo erogabile con SOLARPLUS non può superare la soglia dei 30.000 euro, da restituire in un arco di tempo non superiore ai 13 anni.

Abbiamo poi Cariparma con Gran Prestito, che concede finanziamenti sino a 75.000 euro per una durata massima di 180 mesi. Oppure ancora il Prestito Ecologico di Intesa Sanpaolo, destinato ai soli lavoratori dipendenti e autonomi, titolari di un conto corrente presso la banca e che possono disporre di un importo finanziabile da 2.500 euro a 100.000 euro, a tasso fisso.

Nell’offerta di prestiti UniCredit troviamo CreditExpress Energia, che prevede l’erogazione di importi da 2 mila a 75 mila euro, per una durata che va dai 36 ai 120 mesi. Sempre nell’offerta di UniCredit troviamo Finanziamento Fotovoltaico, un prestito specifico da 10 a 70 mila euro per l’installazione di pannelli solari.

Bisogna infine ricordare che lo Stato offre delle agevolazioni fiscali per le opere eco compatibili: chi decidesse infatti di effettuare interventi di riqualificazione energetica ha diritto a una detrazione dall’imposta lorda, pari al 55% delle spese sostenute entro la fine del 2012. Dal 2013 questa detrazione fiscale ammonterà al 36%.

 La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.