Osservatorio: cessione del quinto, non è esclusiva dei pensionati Inps e Inpdap

Quando insorge la necessità di disporre di un determinato quantitativo di liquidità, sia che si tratti di cifre consistenti che di importi modici, la soluzione migliore per trovare il finanziamento adatto alle proprie esigenze è quella di comparare i prestiti più vantaggiosi del momento. Le possibilità offerte ad un richiedente sono davvero numerose, ma per chi può contare su un’entarata fissa, come lo stipendio, una buona opzione potrebbe essere quella di rivolgersi alla cessione del quinto.

 

SuperMoney, portale di confronto, riceve ogni giorno numerosissime richieste di informazione da parte di consumatori interessati alla cosiddetta cessione del quinto, ma è bene specificare che questo non è rivolto unicamente ai lavoratori: anche un pensionato può decidere di richiedere questo tipo di prestito all’Inps, restituendo l’importo attraverso una trattenuta sulla pensione.

Ecco qui di seguito le principali caratteristiche di questo finanziamento.

 

Cosa è

Stiamo innanzitutto parlando di un prestito personale, che si caratterizza per delle rate,  rimborsate attraverso una trattenuta diretta sulla busta paga o sulla pensione. Il massimo importo erogabile è pari al 20% dello stipendio, da qui la sua denominazione cessione del quinto.

 

A chi si rivolge

La cessione del quinto è riservata a lavoratori dipendenti e pensionati. Per questi ultimi, è possibile accedere al finanziamento se la pensione è erogata dall’Inps o dall’Inpdap, ma anche, ed è questo che molti non sanno, da altri enti previdenziali, come ad esempio Inarcassa.

Grazie infatti al decreto 313 del 2006 emanato dal Ministero delle Finanzei diversi enti previdenziali possono attuare condizioni contrattuali più favorevoli ai pensionati rispetto a quelle medie di mercato. Ogni ente può quindi stabilire una propria normativa in materia di cessione del quinto, specificando tutti i dettagli sulle clausole. I pensionati interessati possono chiedere informazioni anche presso gli sportelli dedicati presso le sedi dell’ente previdenziale di riferimento.

 

Come ottenerlo

Chi fosse interessato a richiedere un prestito con cessione del quinto, dovrà semplicemente inoltrare la richiesta alla banca o all’istituto finanziario scelto, che provvederà a coinvolgere il datore di lavoro. Sarà quindi obbligo di quest’ultimo concedere che le rate vengano trattenute direttamente dalla busta paga. Nel caso in cui il richiedente sia un pensionato, il ruolo precedentemente ricoperto dal datore di lavoro spetta all’ente previdenziale.

Prima di stipulare un contratto, il consiglio è quello di fare riferimento a siti di confronto. Resta inoltre utile rivolgersi  ad istituti specializzati nella cessione del quinto come Pitagora SpA o IBL Banca.

 

La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito SuperMoney.eu

Comments are closed.