Piano di investimenti per l’Europa, Italia contribuisce con 8 miliardi di euro

L’Italia contribuirà con 8 miliardi di euro a progetti che beneficiano di finanziamenti da parte del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), elemento chiave del piano di investimenti da 315 miliardi di euro per l’Europa. L’annuncio è stato dato oggi. I contributi saranno versati tramite la Banca nazionale di promozione italiana, ovvero la Cassa depositi e prestiti. L’Italia è così il quarto paese che contribuisce al piano, ancor prima che il Fondo europeo per gli investimenti strategici sia stato formalmente istituito.

Jyrki Katainen, vicepresidente della Commissione europea responsabile per l’occupazione, la crescita, gli investimenti e la competitività, ha dichiarato: “Il calcio d’inizio è stato dato! L’Italia è il quarto Stato membro che stanzia un contributo importante per il nostro piano di investimenti per l’Europa. Sono lieto di constatare che gli Stati membri stanziano il proprio  denaro a sostegno di quello in cui credono, aiutandoci a ricavare il massimo dal nostro piano e a creare posti di lavoro e crescita stabile in Europa”

Prima dell’Italia hanno annunciato un contributo già la Germania che contribuirà con 8 miliardi di euro al piano di investimento tramite la Kreditanstalt für Wiederaufbau (KfW), la Spagna con 1,5 miliardi di euro attraverso l’Instituto de Crédito Oficial (ICO) e la Francia con 8 miliardi di euro attraverso Caisse des Dépôts (CDC) e Bpifrance (BPI).

Comments are closed.